QUAL È LA DIFFERENZA TRA LA TRADUZIONE ASSEVERATA/GIURATA IN ITALIA E IN SPAGNA?

Traduzione asseverata in Italia: traduzione effettuata da chiunque + asseverazione presso il tribunale + marca da bollo + apostilla
Traduzione giurata in Spagna: completa autonomia del traduttore nominato dal Ministero degli Affari Esteri per tradurre, certificare, firmare e timbrare le traduzioni

LA TRADUZIONE ASSEVERATA IN SPAGNA

IN SPAGNA, i traduttori giurati (traductores jurados), dopo il superamento dell’esame richiesto (o dopo l’omologazione di un titolo equivalente) vengono nominati dall’Ufficio di Interpretariato di Lingue del Ministero degli Affari Esteri, Unione Europea e Cooperazione Internazionale (MAEUEC). Questa nomina ci autorizza a tradurre, certificare, firmare e timbrare le traduzioni in completa autonomia, quindi tali traduzioni hanno valore ufficiale, senza la necessità di ulteriori certificazioni o legalizzazioni esterne quando la documentazione tradotta è destinata a essere presentata in Spagna.

Se il documento viene tradotto dallo spagnolo all’italiano, così come specificato dall’Ambasciata italiana a Madrid, è necessario legalizzare la firma del traduttore per presentare la traduzione asseverata in Italia.

I traduttori giurati possono spedire le traduzioni asseverate per posta elettronica se possiedono uno dei sistemi di firma riconosciuti dalla Pubblica Amministrazione. Queste traduzioni digitali, alla pari di quelle consegnate in formato cartaceo, devono includere la formula di chiusura di certificazione, la firma autografa e il timbro, assieme alla copia del documento originale timbrato, firmato e datato. Tale formato digitale è valido per la Pubblica Amministrazione spagnola, principale destinatario delle traduzioni asseverate. Se il certificato originale non ha scadenza, la traduzione asseverata digitale potrà essere utilizzata ogni volta che si desidera senza bisogno di richiedere altre copie.

Nel caso in cui il documento originale debba riportare l’Apostilla dell’Aia (meno richiesta per la UE dall’entrata in vigore del Regolamento 2016/1191), tale apostilla forma parte integrante del documento e va anch’essa tradotta. Il cliente dovrà fare apostillare previamente il documento nell’ufficio italiano corrispondente, in base al tipo di atto (Prefettura o Procura della Repubblica, e Commissariato del Governo per i documenti rilasciati da organismi delle regioni autonome o a statuto speciale).

LA TRADUZIONE ASSEVERATA IN ITALIA

IN ITALIA non esiste la figura giuridica del traduttore giurato, e quindi il giuramento delle traduzioni avviene obbligatoriamente in Tribunale (senza possibilità di pdf con firma digitale). Bisogna apporre una marca da bollo ogni quattro pagine (solitamente del costo di 16,00 €) e, in alcune cancellerie, un’altra marca da bollo di spese amministrative (3,84 €).

Chi può realizzare le traduzioni ed effettuare il giuramento in Italia?

Nella maggior parte delle città, la procedura può effettuarla chiunque, anche senza essere traduttore/traduttrice, e a meno che non si tratti di un documento personale. In quest’ultimo caso, il giuramento lo può fare un altro che si assume la responsabilità del contenuto della traduzione.

In alcune città, il giuramento deve farlo un traduttore professionista iscritto nel registro dei consulenti tecnici d’ufficio (CTU). Per diventare consulente deve presentare i titoli richiesti e, in alcuni casi, dimostrare le sue conoscenze davanti a una commissione. Ad ogni modo, questo non esime dall’obbligo di recarsi in Tribunale, identificarsi ed effettuare il giuramento richiesto.

Quando la traduzione viene inviata dall’Italia all’estero, non solo deve includere il giuramento, ma dev’essere anche legalizzata o contenere l’Apostilla dell’Aia. Se il documento è destinato alla Spagna, l’apostilla è obbligatoria, visto che sia l’Italia che la Spagna hanno firmato la Convenzione dell’Aia. Quando il traduttore giura che la sua traduzione è fedele all’originale, deve farlo davanti a un funzionario. La traduzione con apostilla certifica che la firma del funzionario è autentica.

Perché di solito costa di più commissionare una traduzione asseverata in Italia che in Spagna?

Le traduzioni asseverate realizzate in Italia da traduttori professionisti di solito richiedono più tempo e sono più care che in Spagna perché la mancata esistenza della figura del traduttore giurato obbliga il traduttore a recarsi in Tribunale e aggiungere al costo della traduzione il servizio di giuramento e apostillatura, oltre al costo delle marche da bollo.

Carmen Cuervo-Arango – Traduttrice giurata dall’italiano allo spagnolo

Traducciones juradas